Google Assistant si prepara a rivoluzionare il modo di fare ricerca sul web. Dimenticate dunque imprecisioni e incomprensioni. Nelle scorse settimane è giunto l’annuncio da parte della divisione hardware di Google relativo a una serie di dispositivi come pc, telefoni e altri dispositivi che saranno integrati con l’assistente.

Il progetto si presenta ambizioso. L’assistente virtuale sarà in grado di conversare e rispondere alle domande degli utenti. Un’altra bella novità sarà la ricerca che sarà ancor più personalizzata, quasi cucita su misura dell’utente intercettandone gusti e preferenze.

Rivoluzione anche sotto il profilo terminologico e tecnico. La rivoluzione portata da Google Assistant ha portato alla nascita dell’acronimo PASO (Personal Assistant Search Optimization) che molto verosimilmente ci farà congedare dal SEO. Con la nuova rivoluzione Google, il numero dei risultati sarà notevolmente ridotto e molto più preciso.

Google Assistant permetterà di prenotare posti al cinema o in treno e consiglierà la pizzeria migliore tramite una semplice conversazione.

I brand dovranno anche darsi da fare per entrare a far parte loro stessi del nuovo sistema Google Assistant. In questo modo potranno dialogare direttamente con i clienti.

Cambierà la strategia SEO? Al momento non è certo. Seguiremo gli sviluppi e vedremo che succede, al momento proviamo a restare sul pezzo.

Intanto se volete approfondire con noi strategie e tattiche per l’ecommerce possiamo incontrarci al prossimo #EcommerceLAB che si terrà a Foggia il prossimo 1 dicembre ad Expandere a partire dalle 14,30 in Camera di Commercio.

Per iscrivervi e partecipare cliccate qui !

di Alessandro Direse